Yoga: cos’è, come si fa e quali benefici porta

Lo yoga fa stare bene. E questo l’ho scoperto proprio sulla mia pelle.
Ma di cosa si tratta esattamente? Scopriamolo insieme!

Lo yoga è una disciplina di origine orientale, mirata a garantire grandi benefici al corpo e alla mente. Si tratta di un metodo di autodisciplina praticato da seguaci della religione buddista e delle filosofie indiane e da tutti coloro che sentono il bisogno di stare bene, in tutti i sensi. E’ un mezzo di realizzazione e salvezza spirituale.
Se praticata con costanza, questa disciplina funziona molto bene, sia per quanto riguarda il fisico che per quanto riguarda lo spirito.
Una fonte di grande benessere per la persona, di salvezza e di equilibrio psico-fisico.
Lo yoga, infatti, agisce su due livelli: quello fisico e quello mentale. Per quanto riguarda il primo, l’allungamento dei muscoli insieme alla respirazione facilita l’eliminazione delle tossine. Per quanto riguarda il secondo, lo yoga aiuta ad aumentare la concentrazione, la consapevolezza e a diminuire lo stress.
Mentre si fa yoga tutta l’attenzione e la concentrazione sono rivolte al proprio corpo e al respiro, e questo permette di focalizzarsi sul momento presente, senza cedere alle altre distrazioni mentali.
Questa disciplina insegna ad essere sempre presenti, in ogni cosa che si fa, in modo da sviluppare una consapevolezza maggiore, così da combattere lo stress, cosa molto importante perché aiuta a sentirsi meglio e previene anche le malattie.
Inoltre, se la mente è rilassata è più facile intrattenere rapporti sociali. Questi rapporti, facendo yoga, migliorano perché si impara a superare i conflitti, le ostilità e l’aggressività.
La pratica si basa sull’assunzione di determinate posizioni, chiamate Asana, mantenute con il controllo del respiro, Pranayama, e il dominio della propria mente. Sono molto importanti, inoltre, i gesti delle mani o Mudra, e le tecniche di rilassamento.
In base ai diversi stili di yoga nati in questi secoli variano le tecniche, la durata delle posizioni e la presenza di aiuti e supporti per effettuare le asana.
Per apprezzare totalmente i grandi benefici che ne derivano, è molto importante scegliere bene quale tipologia di yoga praticare.
La tipologia più conosciuta è Hata yoga, molto fisica ma non troppo impegnativa, ma ne esistono altri tipi, come l’Ashatanga yoga, Vinyasa yoga, Iyengar yoga, Power yoga e il Brikam yoga. Inoltre esistono anche il Raja yoga e il Kundalini yoga, più meditativi ed ideali per iniziare ad entrare nel mondo della meditazione.
Lo yoga si pratica concentrandosi su ciò che si sta facendo, sul momento presente, senza lasciarsi trasportare dalle distrazioni esterne. Inizialmente il mondo esterno riesce comunque ad interferire con la pratica, ma con il tempo, con l’esercizio, aumenta il tempo di concentrazione.
Lo yoga non è solo uno sport, ma è proprio uno stile di vita, un percorso di evoluzione per migliorare se stessi, e per ottenere grandi benefici bisogna essere costanti nell’allenamento.
I benefici dello yoga sono tanti e coinvolgono sia il corpo che la mente. I disturbi fisici vengono alleviati e tenuti sotto controllo, i muscoli e i tendini si allungano, la circolazione migliora. La mente si rilassa, impara a vivere il presente, a stare bene, ad allontanare i conflitti e le distrazioni esterne. Chi pratica yoga impara a respirare davvero e a rilassarsi, allontanando lo stress.

Da quando ho scoperto lo yoga ho capito cosa significa sentirsi davvero bene, sia fisicamente che mentalmente.
La stanchezza e il sudore sono decisamente ripagati da un benessere interiore davvero unico.

Buon yoga a tutti!
Namastè.

Chiara

 

Immagine presa dal web

2 Comment

  1. Ciao Chiara, ho praticato yoga per diversi anni parecchi anni fa. Devo dire che mi sentivo molto bene sia nel corpo che nella mente. Purtroppo per problemi di lavoro non riesco più a frequentare un corso ma continuo con respirazione e qualche esercizio la sera a casa.

  2. Concordo in toto!

Lascia un commento