Yoga per bambini: le cinque posizioni più amate

Lo yoga bimbi è una disciplina che, piano piano, si sta facendo largo tra gli sport, appassionando e divertendo sempre più bambini. Lo yoga per bambini porta grandi benefici, oltre a tanto divertimento e rilassamento, per questo viene sempre più scelto dai più piccoli.
Avvicinare i bambini allo yoga può essere importante sia dal punto di vista fisico che dal punto di vista mentale, in quanto si tratta di una disciplina psicomotoria che può aiutarli ad allenare il loro corpo, sviluppare la muscolatura, mantenere la mente più serena e prendersi cura delle proprie emozioni.
La società in cui viviamo è sempre più frenetica e caotica, e spesso i bambini vengono coinvolti in questi ritmi fuori tempo, irregolari e stancanti, che li rendono maggiormente predisposti ad assorbire la negatività e l’ansia che si respira quotidianamente. Nelle scuole a troppi bambini vengono date definizioni varie, come iperattivi, disattenti, distratti, irrequieti, e più vengono etichettati più, inevitabilmente, si sentiranno come vengono definiti.
Lo yoga per bambini può aiutare ad allontanare queste etichette, aiutando i bambini a sviluppare la propria concentrazione, la propria attenzione e la propria consapevolezza, donando serenità alla loro mente e rilassando il corpo. Questa disciplina, per i bambini, su asana semplici, sull’amore per se stessi e il proprio corpo, sul canto dei mantra per creare armonia e sui mandala, che aiutano a sviluppare la creatività e rilassare la mente.
Ma quali sono le posizioni dello yoga più amate dai bambini?

  1. L’albero: una posizione che diverte molto i bambini perché li aiuta a trovare il loro equilibrio. Immaginarsi albero non è semplice. Una gamba deve essere sollevata, e le mani devono essere giunte. Lo sguardo fisso verso un punto, immobile, per riuscire a stare in equilibrio. Il respiro aiuta a mantenere la posizione.
  2. Il gatto: un’altra asana molto divertente, perchè il bambino può immedesimarsi in un animale che conosce da vicino, in quanto animale domestico. Grazie al respiro, questa posizione permette di rilassare la colonna vertebrale. Ogni volta che si inspira si guarda verso l’alto, inarcando la schiena, e ogni volta che si espira, si guarda in giù, verso l’ombelico, lasciando andare il collo.
  3. Il cobra: questa posizione permette di aprire il torace e risolvere posture scorrette della colonna vertebrale. In questa posizione non bisogna dimenticare di tenere il collo ben dritto, i gomiti piegati e i glutei contratti. Non può mancare, ovviamente, il respiro corretto e un bellissimo sorriso.
  4. La farfalla: una posizione molto divertente per i bambini, che si divertono a muovere le gambe come le ali di una farfalla. Una posizione che aumenta la flessibilità delle ginocchia, delle anche, dei piedi e delle caviglie, che aiuta a rilassare e allungare i muscoli delle gambe e allevia la stanchezza.
  5. La montagna: questa posizione piace ai bambini perché è molto semplice, e permette di sentirsi lunghi e altissimi. un posizione importante, che insegna a stare in piedi e mantenere la postura corretta, con grandi benefici per la schiena, le gambe e i piedi.

Lo yoga per bambini è bellissimo e molto consigliato per il benessere psico-fisico che regala.

Queste cinque posizioni le ha scelte mia figlia Sofia, che è al suo secondo anno di pratica dello yoga bimbi.

Chiara

 

Foto: web e libro L’ABC dello yoga per bambini

Lascia un commento