Ricordi di noi: ero mamma ancora prima di esserlo

sofia

Sono sempre stata una persona un po’ malinconica e molto legata ai ricordi, ma da quando sono mamma lo sono ancora di più, con la differenza che mi rendo conto di dover rendere unico ogni momento in modo da poter creare solo ricordi bellissimi di quella che è senza dubbio l’esperienza più emozionante della vita.
Come ogni mamma, oggi che mia figlia ha tre anni, ricordo ogni cosa, dalla prima volta che l’ho vista e l’ho stretta, passando per la prima pappa, il primo sorriso, la prima volta che mi ha chiamata mamma, i primi passi, il primo giorno d’asilo, la prima amicizia, la prima lezione di danza, fino ad arrivare al buongiorno che mi ha dato questa mattina.
Ogni ricordo è prezioso. Ogni ricordo è importante. E la mia mente, spesso, mi fa rivivere le emozioni forti che ho vissuto in questi tre anni.
sofiaSofia è nata il 25 Luglio 2012, faceva caldo, molto caldo, ma lei è nata in piena notte, come succede quando i sogni diventano realtà. Ricordo la paura, il dolore, la felicità, la dolcezza, la forza della vita. Ricordo quanto desideravo ritrovarmi finalmente da sola con lei e con il suo papà, senza più nessuno intorno, a goderci la nostra privacy, il nostro momento perfetto. Ricordo le lacrime, soprattutto quelle di gioia, e la voglia di scoprire come sarebbe stata la nostra vita insieme. Non ci sono state tante notti del tutto insonni, fortunatamente, ma ricordo la stanchezza, l’ansia per ogni cosa, il cercare di dare sempre di più e nonostante questo non sentirsi mai all’altezza. Ci ho messo ben tre anni per iniziare a sentirmi mamma davvero, una mamma vera.
Ma i ricordi saltano da un anno all’altro senza sosta. Si fermano sul momento in cui il mio test di gravidanza è diventato positivo, sul primo abbraccio di quello che sarebbe diventato un bravissimo papà ma che allora era solo il mio ragazzo, la prima ecografia, che ha cambiato completamente la mia vita. Ricordo la mia gravidanza, emotivamente pesante, piena di intromissioni, di parole sbagliate, di stress, ma anche di momenti di dolcezza, sogni e speranza.
Poi torno a ricordare il primo Natale, il secondo e soprattutto il terzo, che è stato quello più bello. Sofia era abbastanza grande per capire che se ci credi davvero la magia esiste ed io ho fatto in modo che il Natale fosse soltanto pieno di magia. I presepi visti insieme, le case di Babbo Natale, i dolci, il freddo, le luci alle finestre, le cioccolate calde, l’albero di Natale preparato insieme, la prima letterina a Babbo Natale, i biscotti fatti con le sue manine, i regali e la poesia di un periodo che è stato per me davvero indescrivibile.
Ricordo anche i momenti di crisi, quando non riuscivo ad essere la mamma che volevo e proiettavo su di lei tutte le mie paure e le mie crisi esistenziali. Ricordo le sue, di crisi, e come è stata nervosa in quel periodo chiamato “terrible two”.
Ricordo il suo primo compleanno, lei con indosso solo il pannolino che gattonava in una stanza piena di palloncini. Il suo secondo compleanno, quando correva sul prato con il suo cuginetto, pronta a mangiare la sua torta di Winnie The Pooh. E poi il suo bellissimo terzo compleanno, con pochi invitati, quelli giusti, quelli che sono rimasti durante gli anni, la sua felicità nell’aprire i regali, la voglia di giocare, la sua prima macchina fotografica e la sua torta di Masha e Orso.
Ricordo perfettamente le nostre tre bellissime vacanze in Toscana, come ci siamo divertiti, come l’abbiamo osservata mentre si ambientava meglio di noi in una realtà diversa, come è stata brava e solare durante quei giorni e come è stato prezioso il tempo trascorso a visitare posti nuovi, noi tre insieme.
Ricordo la prima volta al cinema, la prima volta al McDonald, la prima volta che le ho provato il completino per danza, la sua prima volta sulla neve, il primo tuffo in piscina, il primo disegno che mi hai portato a casa dall’asilo, il primo Halloween vestita da streghetta, il suo inserimento, il suo peluche Simba, il suo primo pasto all’asilo, tutte le giornate trascorse con i suoi nonni, la prima volta che ha conosciuto il suo fratellino a quattro zampe Joey.
Ora ha tre anni, è bellissima, intelligente e coraggiosa. E’ una ribelle, e questo mi piace da impazzire. Non abbassa la testa, mai. Non cede, non si fa calpestare ed ogni giorno mi rende orgogliosa di lei. Fisicamente somiglia a me, ma il carattere è quasi tutto del suo papà, così come lo sono le sue espressioni. Sa contare fino a 30, anche se qualche numero lo salta ancora, sa leggere le lettere, scriverle e colorare restando dentro i bordi. E tutti i ricordi che ho mi fanno capire quanto siamo stati bravi noi tre a crescere insieme.
Ma il ricordo che ultimamente mi abbraccia più forte è il ricordo di me prima di lei, perché ora so che ero già una mamma. Lo ero già nel mio cuore. Io prima di lei, avevo il cuore in attesa, senza neanche saperlo. Io, prima di lei, ricordo perfettamente che avevo già scelto di chiamarla Sofia, pur non sapendo se mi avrebbe mai trovata. E se mi chiedevano di immaginarla, io la immaginavo esattamente così, con i suoi grandi occhi blu, i suoi lunghi boccoli e quel corpicino da ballerina.
Io mi ricordo di essere mamma ancora prima di diventarlo davvero. Per questo, ogni mio ricordo appartiene a lei. Perché c’era già lei, è sempre stata lei.

Solo che ora, finalmente, ho capito che i ricordi più belli, sicuramente, 12032250_1632111763672358_2579956457153007516_ndevono ancora arrivare.

Questo post partecipa alla bellissima iniziativa delle StorMoms! Grazie per il secondo bellissimo tema scelto da Francesca, del blog MomFrancesca.

#StorMoms #ricordidamamma

Chiara

3 Comment

  1. Ciao Chiara. Innanzitutto graize per aver partecipato all’uragano StorMoms. Seconda cosa, mi hai davvero fatto emozionare, sembra di conoscere tua figlia solo per questo racconto intessuto di ricordi bellissimi e dolci, proprio emozionanti. È bello serbare tutti questi ricordi nella memoria, più crescerà e più saranno speciali.
    A presto,
    Francesca

    1. Mamma Chiara says: Rispondi

      Grazie Francesca, seguo sempre con piacere il tuo blog e quello delle altre StorMoms e mi piace sempre seguire i vostri temi. Ogni mese mi fate emozionare, questo tema soprattutto, perché un bel tuffo nei ricordi fa sempre piacere! A presto! Chiara

  2. […] Ricordi di noi: ero mamma ancora prima di esserlo: un tema delle StorMoms che mi ha permesso di ripercorrere le mie emozioni da giovane mamma felice. […]

Lascia un commento