Autunno e bambini: il bello di stare all’aria aperta

Autunno e bambini

Oggi ho il piacere di ospitare sul blog Nadilla del blog Datemi una “M” che ci spiega quanto è bello tenere i bambini all’aria aperta durante l’autunno e cosa si può fare insieme per godersi questa bellissima stagione.

Passeggiare con i bambini in autunno è una delle attività più stimolanti e rilassanti che ci siano. Non serve avere a disposizione sentieri scenografici o parchi naturali.
Per passeggiare con i bambini e far loro ammirare le bellezze dell’autunno basta il semplice parco vicino a casa o la piccola mulattiera di paese.

Perché stare all’aria aperta in autunno fa bene

E’ cosa risaputa ormai che stare all’aria aperta anche in autunno e in inverno sia un toccasana per adulti e bambini.
Alcuni virus e batteri infatti trovano il loro clima ideale nell’ambiente caldo e umido di luoghi affollati, come centri commerciali, scuole o ludoteche.
Molto meglio allora vestirsi in modo adeguato e uscire all’aperto anche per una semplice passeggiata.
Inoltre sono innegabili gli effetti benefici della luce del sole.
Dal punto di vista fisico la luce aiuta a fissare la vitamina D, così utile per lo sviluppo osseo e per la prevenzione di determinate malattie.
In più, passare del tempo all’aria aperta fa bene anche all’umore: il sole infatti ha un effetto benefico sulla nostra psiche e può tenere a bada ansia e depressione.
Bando alla pigrizia, dunque!

Cose da fare con i bambini in autunno all’aria aperta

Autunno e bambiniL’autunno con le sue sfumature variopinte riesce sempre a stupire i bambini.
Si può proporre loro di raccogliere le foglie, magari solo quelle rosse o solo quelle gialle, da utilizzare poi per comporre lavoretti seguendo la nostra fantasia.

Possiamo invitarli a camminare in silenzio e farli concentrare sul rumore delle foglie: il fruscio e lo scrocchio sono elementi sonori che suggestionano molto i bambini, soprattutto in età prescolare.

Un’altra attività che a me piace fare è annusare l’aria: gli odori di un bosco autunnale sono diversi da quelli di qualsiasi altra stagione. Sono profumi di terra umida, di muschio, di funghi.

Autunno vuol dire anche castagne e uva. Si può organizzare la raccolta delle castagne, se conoscete un castagneto vicino a casa, oppure si può andare a vedere la vendemmia se vivete in campagna.

Potete anche spingervi fino ad un campo di zucche, se ce ne sono, per scegliere e raccogliere la vostra zucca per Halloween!

Ma le passeggiate non si fanno solo a piedi. Perché non organizzare una gita in bicicletta? Le giornate non sono ancora così fredde da rendere fastidioso pedalare.-
Anche in bicicletta possiamo ammirare il foliage, osservare gli stormi di uccelli che si preparano a migrare, accorgerci della luce diversa rispetto ai mesi precedenti.

Autunno e bambiniUscire in autunno permette ai bambini di rendersi conto dello scorrere delle stagioni, del lento cambiamento della natura così in contrasto con i ritmi frenetici che la società ci impone.

Non dimentichiamo che la stagione ci regala ancora splendide giornate, per cui possiamo approfittarne per una merenda veloce, basta una fetta di torta o dei biscotti fatti in casa e un thermos con un buon thè caldo.

Non dimentichiamoci un morbido plaid per coprirci le gambe mentre, seduti, ammiriamo gli ultimi raggi di sole comporre giochi di colore tra le foglie degli alberi.

Nadilla

Lascia un commento