La mia #storiadiprotezione per Pampers: mi sono sentita mamma quando…

Pampers

Oggi si torna un po’ indietro nel tempo, ripensando al momento esatto in cui mi sono sentita davvero mamma.
Potrei raccontare che mi sono sentita mamma non appena ho visto il test di gravidanza diventare positivo, ma non è vero, perché in quel momento ero così spaventata che forse neanche mi rendevo conto di quello che sarebbe successo nella mia vita.
Durante la gravidanza sentivo che stavo per diventare mamma, ma non ero ancora entrata completamente nel ruolo.
PampersQuesto fino a quando è nata Sofia e ho capito che lei dipendeva in tutto e per tutto da me.
Quando l’ho avuta tra le braccia e ho iniziato a prendermene cura realmente mi sono sentita mamma, ed è stata una vera e propria ondata di maternità quella che mi ha invaso in quel preciso istante.
E’ stato tutto molto naturale, lei piangeva ed io alla fine capivo sempre di cosa aveva bisogno.
Non credevo fosse possibile fino a quando l’ho provato, ma tra una mamma e il suo bambino si crea un legame così forte che il linguaggio diventa universale perché parte dal cuore.
Mi sono sentita veramente mamma quando senza averlo mai fatto ho cambiato il primo pannolino a mia figlia. Quando mi sentivo una bambina, credevo di non essere in grado, eppure riuscivo a fare tutto senza neppure sapere come.
Mi sono sentita mamma quando mamma lo sono diventata, quando la mia piccola piangeva ed io non avevo bisogno di nessun libro sulla maternità per capirla, quando la notte non riuscivo a dormire perché mi incantavo a guardarla.
Mi sono sentita mamma quando ho dovuto scegliere quali pannolini usare, in un momento in cui le irritazioni della mia piccola erano continue e fastidiose.
Scegliere i pannolini Pampers mi ha aiutata a proteggere la pelle della mia bambina, a tenerla sempre asciutta e pulita, a farla sentire al sicuro. E’ stata la scelta giusta, perché per quasi due anni Pampers ci ha fatto compagnia durante i nostri momenti del cambio pannolino, senza mai deluderci.
Se dopo il parto mi sono sentita un po’ confusa e sommersa da una felicità che non mi lasciava respirare, con il passare dei mesi ho raggiunto un equilibrio perfetto, sentendomi sempre più mamma e crescendo insieme alla mia bambina.
La mia #storiadiprotezione parla di una mamma un po’ bambina, e di una bambina che l’ha aiutata a crescere passo dopo passo, per mano, insieme.
Una storia d’amore incondizionato in cui a soli 22 anni ho imparato a prendermi cura di una bambina, senza mai aver smesso del tutto di esserlo io.
Sono cresciuta in fretta, ma l’ho fatto seguendo il ritmo del cuore della mia bambina, imparando a rispondere alle sue esigenze e a sentirmi libera di amarla e proteggerla senza troppe aspettative verso me stessa.
Non è stato facile, mi sono sentita molte volte sbagliata e inadeguata, ma grazie a Sofia ho sempre ritrovato la strada giusta, trovando il mio posto nel mondo.

Ringrazio Pampers per avermi ricordato, con un video bellissimo, il momento in cui mi sono sentita mamma per davvero.


Lascia un commento