Ora parlano i figli: intervista a Polpetta e Pulcino, dal blog Scintille di Gioia

polpetta-pulcino

Nuova intervista su Punto e Virgola Mamma!
Questa volta parlano Polpetta e Pulcino, direttamente dal blog Scintille di Gioia.
image1Polpetta è un bambino di quattro anni. Ė dolce e coccolone e dispensa abbracci, baci e sorrisi a tutti. È un sognatore che ama le favole ed ha una fervida immaginazione. Curioso osservatore del mondo, ha sempre mille domande su qualsiasi argomento. Riesce a divertirsi e giocare con qualsiasi cosa, anche un sassolino, ma i suoi giochi preferiti sono i Transformers del papà. Ama la musica e cantare, suona la sua piccola chitarra e ci delizia con i suoi spettacoli.
Pulcino ha nove mesi e mezzo. I suoi occhioni azzurri ed i suoi sorrisi conquistano tutti ed ha imparato l’arte di attirare l’attenzione dell’universo femminile di tutte le età con i suoi sguardi ammiccanti. È dolce e tranquillo, ma non toglietegli il latte di mamma! Ama giocare a tappeto con i suoi giochi, ma se riesce ad afferrare quelli del fratello ride felice. Adora essere scorrazzato in giro nel passeggino, dove assume una posizione comoda ed osserva tutto con attenzione, o nella fascia portabimbi, da dove osserva il mondo lasciandosi coccolare.
La parola a loro!

1 – Cosa pensi della tua mamma?
Polpetta
: adoro la mia mamma. Le dico ogni giorno che le vorrò sempre bene,   che la terrò sempre con me, anche quando sarà vecchia ed avrà i capelli bianchi. Voglio stare sempre con lei, amo quando ci coccoliamo e soprattutto fare la sottiletta di mamma (mi stendo su di lei fino a che non diventa una sottiletta.) D’altronde ha una bellissima faccia… Mi piace fare tante cose con lei: la aiuto a fare i mestieri di casa, cuciniamo insieme e giochiamo tanto.
La mia mamma mi racconta un sacco di storie e risponde alle mie infinite domande: quante cose che conosce!

Pulcino: la mia mamma è il mio mondo. Mi piace stare tra le sue braccia, mi piace quando mi da i bacini, quando mi abbraccia. Io e la mia mamma siamo una cosa sola: io sono il suo piccolino! Ho trovato un sistema per stare sempre con lei: la notte, quando tutti dormono, io la sveglio per ciucciare il suo latte e ci metto tanto, mi arrabbio se cerca di rimettermi nel lettino prima del tempo. La prendo per sfinimento: lei si addormenta mentre mi allatta ed io me ne sto tutto felice e contento con la mia mamma, abbracciato a lei.
In fondo è così che va il mondo per noi poppanti: noi siamo la mente e le mamme il braccio. Noi pensiamo e loro eseguono. Anche se, ultimamente, mi sembra che forse la mia mamma non sia parte di me, ma una persona a sè. Dite che sia proprio così? Uhm… Che ansia… Quindi siamo esseri separati?
No, da, non può essere…

image2 – Cosa pensi del suo blog?
Polpetta
: mi annoio a fare le foto per il suo blog. Meno male che ha capito che è meglio se mi fa le foto di sorpresa, quando sono impegnato a fare dell’altro.

Pulcino: ma non era il mio blog? Ha iniziato a scrivere mentre ero nella sua pancia e di solito scrive mentre mi allatta. Pensavo di essere io la mente e lei il braccio…

3 – Cosa vorresti di più da lei?
Polpetta
: voglio stare sempre con lei, lei è la mia mamma e le voglio bene.
Stiamo tanto insieme, ma io voglio stare con lei per sempre. E poi vorrei che potesse raccontarmi le storie in ogni momento: a volte si ferma perché dice che ha bisogno di riposarsi, ma a me piacciono tanto le favole…
Mi diverto quando mi racconta le favole: a volte le legge, a volte se le inventa. Ne inventa di carine!

Pulcino: non saprei… Al momento siamo una cosa sola, sono davvero appagato.

4 – Cosa non sopporti di lei?
Polpetta
: non mi piace quando non mi fa fare quello che voglio io, ma mi da le regoline. In quei momenti mi arrabbio tanto, anzi tantissimo!

Pulcino: mi arrabbio quando io la vorrei subito da me e piango. Lei di solito è impegnata a fare qualcosa: interrompe quello che sta facendo e mi consola, ma poi ritorna a fare quello che stava facendo e io non voglio. Allora piango e lei mi chiede di portare pazienza, ma io non ne ho e piango finché non capitola e mi infila nella fascia portabimbi: allora io sono appagato e lei prosegue a fare le sue cose.

5 – Cosa scriveresti su di lei se avessi un tuo blog?
Polpetta
: racconterei di quando, per farmi addormentare, mi racconta la storia della Nuvola grigia, una storia che ha inventato per me. Oppure racconterei di quando mi porta a trovare le mucche e ci fermiamo ad osservare la natura.
Racconterei delle cose speciali che facciamo insieme.

Pulcino: racconterei dei nostri momenti insieme. Racconterei di quando riesce a capire i miei bisogni e mi sento appagato. Racconterei delle canzoni che mi canta e delle volte che ridiamo insieme facendo il gioco cel cucù.

image26 – Qual è il momento che condividi con lei che ami di più?
Polpetta
: la sera, papà e mamma e Pulcino si raccolgono accanto a me, per le storie della buona notte, poi la mia mamma resta con me per una coccola speciale, io e lei soli. Amo stare con lei, e un momento bellissimo. Ogni volta le chiedo se resta con me tutta la notte, ma mi dice che non può. Prima o poi la convincerò…

Pulcino: io adoro quando mi allatta. È un momento di coccola speciale solo per me: siamo io e la mamma e nessun altro. Il ciuccio il latte e lei mi stringe a sè, a volte mi bacia sulla fronte, mentre io amo accarezzarla con la mia manina.

7 – Dai un consiglio alla tua mamma
Polpetta
: cara mamma, visto che hai deciso di ritornare un po’ in forma dopo la gravidanza, perché quando mi porti a correre con la bicicletta non corri con me? Potrebbe essere una bella idea: giocheremmo insieme e tu torneresti in forma!

Pulcino: cara mamma, lo so che ti faccio dormire poco la notte, ma per sentirti più riposata potresti andare a letto prima, la sera, anziché dormire sul divano mentre papà fa zapping!

8 – Dedica una canzone alla tua mamma
Polpetta
: “Play, minstrel play” dei Blackmore’s night perché l’abbiamo cantata e suonata insieme tantissimo! A volte mi faceva ascoltare il cd ed io facevo per lei lo spettacolo cantando con il microfono, come un vero cantante e lei doveva guardarmi ed applaudire al momento giusto.

Pulcino: “I’ve got you babe” di Sonny&Cher nella versione dei Blackmore’s night. È la canzone del cd che le ha regalato papà ad ottobre per il suo compleanno. In quel periodo abbiamo iniziato la nostra routine del bagnetto ascoltando la musica e quando finalmente sono vestito si sente questa canzone. Allora la mamma mi prende in braccio e canta per me, mentre balliamo insieme: io rido così tanto!

9 – Quale post del blog della tua mamma pensate abbia più valore?
“L’amore non si divide” è il post in cui la mamma ha capito che anche se siamo in due l’amore che prova per noi non si è diviso tra di noi, ma si è moltiplicato. (http://scintilledigioia.blogspot.it/2015/07/lamore-non-si-divide.html)

10 – Tre regali da chiedere a Babbo Natale per la tua mamma
Pulcino
: Chiederemmo a Babbo Natale una macchina del tempo, per permetterle di fermare il tempo nei momenti più belli che viviamo insieme (e regalare del tempo per dormire un po’, visto che io non la faccio dormire da mesi)

Polpetta: un trattamento di bellezza in beauty farm, visto che non le lasciamo tanto tempo per occuparsi di sè stessa, anzi, se possiamo la seguiamo in bagno privandola della sua privacy e se chiude la porta, le parlo attraverso mentre lei fa non so cosa…
E una cucina nuova, visto che la nostra, una cucina di recupero, è ormai vecchia.

11 – Descrivete la vostra mamma in tre parole
Dolce, assonnata e allegra!

Potete trovare Polpetta, Pulcino, e la loro mamma Silvia Fanio qui:
Scintille di Gioia
Scintille di Gioia su Facebook
Scintille di Gioia su Twitter
Scintille di Gioia su Instagram

Per partecipare all’iniziativa “Ora parlano i figli” su Punto e Virgola Mamma, scrivetemi su info@puntoevirgolamamma.it

Chiara

Lascia un commento