La fortuna di avere un papà fotografo

alessio-nikon

Alessio, il papà di Sofia, ha la passione per la fotografia. Una passione che lo coinvolge completamente e che, di conseguenza, coinvolge spesso anche noi.
Ma cosa significa davvero avere un papà (e un compagno) fotografo? Oggi vi racconto i pro e i contro.

PRO

  • Abbiamo servizi fotografici personalizzati;
  • Sofia può vantare foto da vera modella nei suoi album di ricordi;
  • Abbiamo immortalato ogni nostro momento;
  • Possiamo rivivere le nostre giornate insieme attraverso le foto di papà;
  • Ci possiamo divertire, truccandoci e cambiandoci vestiti, a fare le modelle;
  • Abbiamo le pareti di casa interamente ricoperte di fotografie;
  • Possiamo permetterci di rendere gli attimi eterni;
  • Siamo circondati dall’arte;

CONTRO

  • Per fare due metri di strada ci mettiamo due mesi (il papà fotografo si ferma ogni due secondi a contemplare dettagli);
  • Ti dice guardami e sorridi e ti fa stare in quella posa per un’ora perché deve prenderti da ogni angolatura e con ogni impostazione diversa;
  • Non ti ascolta e non ti risponde quando parli (troppo concentrato sui suoi soggetti);
  • Si perde completamente per la strada (qualsiasi via alternativa potrebbe essere ricca di dettagli da fotografare);

Avere un papà fotografo significa crescere nella vita e sulla carta stampata, significa avere la possibilità di essere fotografata in qualsiasi momento, con una qualità perfetta.
Avere un papà fotografo significa passeggiare per la città, per la regione, guardando il mondo con occhi diversi, pieni di arte, di creatività e di colori.
Avere un papà fotografo significa osservarlo mentre ama la sua passione e imparare da lui.
Sofia ha già in mano la macchina fotografica da diversi mesi e, quando usciamo, si diverte a fotografare ogni cosa che per lei ha un senso artistico, lasciandosi trasportare dall’osservazione del mondo.
Tutta suo papà“, oserei dire, e questa passione condivisa non fa che aumentare il loro legame, già forte e bellissimo a prescindere da tutto.
Avere un compagno fotografo significa sentirsi a volte un po’ più bella, scoprire dettagli di sè che per lui sono bellissimi e tu non ti eri neanche accorta di avere.
Avere un compagno fotografo significa poter arredare la casa in base alle fotografie che si vogliono appendere al muro, cercare portafoto belli per custodire ricordi e divertirsi a sfogliare gli album di fotografie.
Avere un compagno fotografo significa divertirsi a fare da modella, aiutarlo a cercare i dettagli più belli della città, passeggiare con lui e suggerirgli qualche scatto particolare.
Avere un compagno fotografo significa che qualsiasi ricordo sarà impresso nel cuore ma anche sulla carta, sempre pronto per essere osservato di nuovo.

Io ho un compagno fotografo.
Sofia ha un papà fotografo.
E queste sono le sue fotografie: www.alessiopolimeni.wordpress.com
Fotografie che ci rendono molto orgogliose di lui.
Fotografie che ci fanno sempre emozionare.

La verità è che avere un papà (e compagno) fotografo è una fortuna e questa passione così grande merita di essere condivisa, per questo oggi vogliamo dire grazie al nostro fotografo personale che, grazie alla sua arte, ci fa vedere il mondo in modo diverso, unico e pieno di creatività.

Chiara

 

Alessio Polimeni Fotografo – Blog
Alessio Polimeni Fotografo – Facebook

2 Comment

  1. Un mio carissimo amico è fotografo, ho una quantità di foto pazzesche che non so manco che farmene. Non oso immaginare con un papà 😀

    1. Mamma Chiara says: Rispondi

      Un vero e proprio delirio! 😀 😛

Lascia un commento