10 consigli per un buon inserimento a scuola

bambini scuola

Settembre è il mese in cui inizia l’anno scolastico, in cui riaprono scuole e asili e in cui molti bambini, e molti genitori, devono affrontare l’inserimento. La nostra Rosaria, di Una mamma psicologa, ha voluto regalarci qualche ottimo consiglio per un buon inserimento a scuola.

Care mamme, ben ritrovate. Molte di voi vi trovate ad affrontare l’inizio del nuovo anno scolastico, ecco alcuni consigli per vivere questo momento nel migliore dei modi.

  1. Abbi fiducia in tuo figlio e faglielo capire: fallo sentire sicuro, fagli capire che credi in lui e che sai che sarà felice anche lontano da te.
  2. Non paragonare tuo figlio ad altri bambini: qualora tuo figlio avesse maggiori difficoltà ad inserirsi sii serena, non paragonarlo ad altri, i paragoni fanno male tra fratelli figuriamoci con altri bimbi.
  3. Ascolta i suoi racconti: sii paziente e pronta a sentire i mille mila eventi che accadono a scuola, magari sei stanca e vorresti del silenzio, ma i cambiamenti rendono tuo figlio un vulcano, avrà bisogno di tutta la tua pazienza.
  4. Non ti arrabbiare se piange: non pensare sia colpa tua, fa fluire le emozioni di tuo figlio, solo in questo modo riuscirete in questo cammino.
  5. Non avere fretta che si inserisca: lo so magari devi prenderti del tempo dal lavoro e non è facile, oppure hai altri impegni, ricorda che tuo figlio non è una macchina ed ha bisogno dei suoi tempi.
  6. Non avere fretta che resti tante ore a scuola: hai paura di non riuscire a fare tutto, a rispettare gli impegni, cerca di organizzarti con qualche amica, i familiari e tuo marito affinché tutto possa procedere nel migliore dei modi. La fretta è cattiva consigliera sempre.
  7. Rispetta le regole della scuola: ogni mamma sa quel che è giusto per i propri piccoli, ma ricorda che gli insegnanti sono lì per aiutarti e rispettare le regole darà modo a tuo figlio di inserirsi più serenamente.
  8. Informati sull’organizzazione della scuola: impara gli orari, la struttura della giornata, questo ti servirà per placare le tue ansie.
  9. Instaura buoni rapporti con gli insegnanti: gli insegnanti sono coloro che ti sostituiranno in quelle ore, non vivere questo passaggio come una competizione, ma come una possibilità che stai dando a tuo figlio di crescere.
  10. Coinvolgi tuo marito in questo percorso e create delle routine speciali: insieme a tuo marito create delle routine che invoglino tuo figlio ad andare a scuola, una canzone speciale da cantare lungo il tragitto, un abbraccio in famiglia del tutto speciale, qualcosa che lasci a tuo figlio il ricordo durante la giornata e che gli fa venire voglia di andare a scuola. Alla prossima!

Rosaria Uglietti una mamma psicologa

Lascia un commento