Lo svezzamento durante le vacanze estive

bambino

Rosaria Uglietti, di Una mamma psicologa, ci parla dello svezzamento in vista dell’estate. Non perdete i suoi consigli!

Care mamme in vista dell’estate ho pensato di darvi qualche piccola indicazione se siete nella fase dello svezzamento. Buona lettura e buone vacanze a tutte.

Può accadere che le vacanze coincidano con il periodo dello svezzamento e voi mamme inizierete a chiedervi cosa fare e quale possa essere la scelta migliore per voi e per il piccolo. Tranquille! Le soluzioni sono tante, vediamo insieme come comportarci.

La prima cosa che dovete considerare è il tipo di vacanza che andrete a fare, mare o montagna? Albergo , oppure, appartamento? L’ideale, per chi può permetterselo, sarebbe quello di prenotare in un albergo familiare, qui ci sono tutti i confort di cui una madre ha bisogno. Io conosco molto bene quelli del Trentino perché ho lavorato in quelle zone e devo dire che sono ideali per un bambino piccolo. Il clima è fresco, a volte fa anche freddino in pieno agosto e quindi la mamma può tranquillamente osare uno svezzamento tradizionale con brodini e verdure, inoltre i ristoranti degli alberghi sono attrezzati per rendere la vita più semplice alle mamme. Questi sono caratterizzati dalla presenza di brodi e pappe, nonché omogeneizzati, per ogni tipo di svezzamento, tradizionale, vegano, auto svezzamento, basta chiedere al momento della prenotazione. Ci sono anche alberghi che offrono la possibilità di scegliere un appartamento riducendo il costo della vacanza, permettendo di volta in volta di scegliere dove pranzare, si può optare per il ristorante dell’albergo, oppure per l’angolo cucina di cui è provvisto la casa stessa.

E se non vi piace la montagna?

Se preferite la montagna oppure di trascorrere la vacanza in appartamento, il mio consiglio resta quello di optare per un luogo fresco e non troppo lontano da casa. Una località vicina permette di portare da casa delle monoporzioni da riporre nel freezer dell’appartamento che andrete ad occupare. Sinceratevi che quest’ultimo sia organizzato per il vostro soggiorno e le vostre esigenze. Nella preparazione delle pappe seguite il vostro buon senso e i consigli che il pediatra vi avrà dato prima di partire. Rilassatevi senza stravolgere troppo la vostra routine quotidiana.

Devo rinunciare al mare?

Il mare è bello, ma la sabbia, l’afa e il chiasso tipico di queste mete potrebbero non essere idonee per un bambino piccolo e la vacanza potrebbe trasformarsi in un momento di stress, a maggior ragione se si decide per uno svezzamento tradizionale costituito essenzialmente da brodini. Quest’ultima opzione può essere facilmente ovviata rimandando l’inserimento di brodini all’approssimarsi dell’autunno e dare solo frutta e verdure, soprattutto se in famiglia ci sono fratellini più grandi che desiderano il mare. Riguardo la meta, se avete la possibilità di scegliere una località marina non lontana da casa e mettete in conto di scendere in spiaggia la mattina presto, oppure nel tardo pomeriggio, fate pure. Alla prossima!

Rosaria Uglietti una mamma psicologa

Lascia un commento