La seconda recita di fine anno

Un anno fa vi ho raccontato la nostra prima recita di fine anno Oggi vi racconto la seconda recita di fine anno di Sofia. Bellissima, come tutte le recite di questi due anni.
Una giornata davvero emozionante, sia per i bambini che per i genitori.
Il balletto su cui Sofia si è esercitata tantissimo anche in casa è riuscito alla perfezione e i bambini sono stati tutti bravissimi, così come le maestre, che con grande impegno riescono ogni anno ad emozionarci, farci divertire e commuovere.
Si, perché anche la scorsa settimana sono riuscita ad emozionarmi profondamente guardando la mia bambina su quel palco. Non solo per la recita in sé, ma anche per un vortice di emozioni che mi sono nate dentro e che mi hanno reso felice ma leggermente malinconica.
Ogni recita di fine anno mi fa realizzare che un altro anno è passato e quando il tempo vola mi viene sempre un po’ di ansia e di malinconia, perché vorrei che fosse tutto molto più lento per poterne godere a pieno l’intensità. Sono, però, molto felice per tutte le emozioni vissute, per tutti i sorrisi, e per i tanti progressi.
Questo anno poi è stato un anno particolare. Un anno bellissimo, soprattutto grazie alla meravigliosa maestra che abbiamo avuto la fortuna di trovare sul nostro percorso e che ha reso ogni giorno di asilo un giorno speciale.
Suor Agostina ha cambiato Sofia, l’ha fatta crescere, l’ha resa più dolce, più responsabile, più grande. Le ha insegnato tantissimo e ha saputo farsi voler bene, sia dai bambini che dai genitori.
Una persona meravigliosa, un’insegnante splendida, che spero con tutto il cuore che avremo al nostro fianco anche il prossimo anno.
Tutti i problemi dello scorso anno, tutti i pianti, tutte le ansie, e tutto il nervoso, sono completamente spariti quest’anno e sono stati sostituiti da gioia, insegnamenti, sorrisi, felicità e tanta tanta voglia di andare all’asilo.
Un anno bellissimo e una recita bellissima, seguita da una festicciola in giardino in cui ho avuto il piacere di vedere la felicità dei bambini, tutti insieme a giocare e divertirsi sotto il sole, con la voglia di stare insieme e con l’amore che li lega.
Siamo una classe molto unita e ne sono felice perché penso sia fondamentale, sia per i piccoli che per i genitori.
La recita è un momento di grande gioia e di grande emozione. Le lacrime che sono scese sono state un mix di emozione, malinconia e grande felicità.
Penso non ci sia nulla di più bello di una stanza piena di bambini felici e genitori orgogliosi, perché l’amore si sentiva e si vedeva ovunque quel pomeriggio.
Sono felice di aver visto mia figlia così contenta insieme ai suoi amici e di aver visto che l’impegno che mette sempre nelle cose le regala tanti successi e risultati positivi.
Sono davvero fiera della mia bambina!

Chiara

4 Comment

  1. Debora says: Rispondi

    Per noi è motivo di orgoglio…vedere i nostri bambini crescere così con tanta spensieratezza ma prima di tutti cresciuti nella mente e nel cuore ….vederli che si vogliono bene…che piangono perché emozionati di aver fatto emozionare noi e i loro genitori…sorridere senza pensare che domani potrebbe essere l ultimo giorno come il primo di un grande inizio…quello di una amicizia che tiene legati ancora per tanti anni….sia loro che si ritroveranno a scuola….sia voi che vi rivedere fori ad aspettarlo e magari un compleanno…una nuova festa…una gita….tutto questo è la scuola che piace a noi…quella delle emozioni vere..che non si dimenticherai mai….grazie a tutti voi..solo una maestra😘

    1. Mamma Chiara says: Rispondi

      Meno male che ci sono ancora maestre così, come te e come la nostra 😀

  2. A ogni recita mi commuovo come una scema <3

  3. Wow! Ma sai che anche la coordinatrice della mia scuola si chiama suor Agostina?
    È bello leggere felicità ed orgoglio nelle tue parole! 😊

Lascia un commento